IDENTITÀ

Candido Portinari era una persona molto particolare! Conosci un po’ di più sulla sua personalità e sulle sue caratteristiche.

Altezza

1,54 metros.

Peso

65 kg in media.

Capelli

Radi e biondi scuri con profonde entrate in fronte.

Stato civile

Si è sposato nel 1930 con Maria Portinari, di cui si è separato nel 1960, passando a vivere estremamente isolato negli ultimi anni.

Figli

Ha avuto un figlio, João Candido, nato il 23 gennaio 1939.

Nipoti

I suoi nipoti sono Denise, nata nel 1960, João Carlos, nato nel 1966 e Maria  Candida, nata nel 1996.

Bisnipoti

La bisnipote Luisa è nata nel 1996.

Caratteristiche personali

Occhi azzurri e usava occhiali ininterrottamente. Soffriva di miopia e di astigmatismo. Sordo, negli ultimi anni, usava l’apparecchio acustico. Zoppicava per una malformazione.

Stile nel vestirsi

Usava le bretelle e la cravatta. Gli piacevano i capi colorati, soprattutto camicie e calsini. La sua marca di profumi preferita ela la Guerlain.

Abitudini

Leggeva sempre prima di dormire. Dormiva sempre molto tardi e non si svegliava a un’ora specifica. Raramente faceva visita a qualcuno, preferiva che gli fosse fatta visita. Non ascoltava la radio, ma gli piaceva ascoltare musica classica nel giradischi. Adorava guardare il mare, ma non gli piaceva fare il bagno o andare in barca. Gli piaceva molto fare viaggi in Italia e in Francia, nonostante preferisse vivere in Brasile. Non gli piacevano gli aerei. Le poche volte in cui ha viaggiato, lo ha fatto protestando.

Alimentazione

Gli piaceva mangiar bene, soprattutto pasta, dolci e frutta. Il suo frutto preferito era la papaia. Gli piaceva il vino, nonostante non potesse berlo. Fumava il sigaro dopo i pasti e le sigarette durante la giornata.

Cinema

Adorava i film western, soprattutto quelli con William S. Hart e Tom Mix. Gli piaceva anche Buster Keaton.

Danza

Ballava solamente da giovane e sempre poco.

Religione

Di famiglia cattolica, è stato battezzato ed era cattolico non praticante. Non ha mai assistito a culti di religioni di origine africana.

Compositori preferiti

Mozart, Bach e Beethoven.

Autori prefriti

Gli piacevano molto le biografie e la poesia. “Diário” di Delacroix, Stendhal, Balzac, Dostoevskij, Baudlaire e T.S. Elliot. Tra i brasiliani, leggeva molto i suoi amici: Mario de Andrade, Murilo Mendes, Jorge de Lima, Jorge Amado, Dante Milano, José Lins do Rego, Graciliano Ramos, Manuel Bandeira, Gilberto Freyre, Carlos Drummond de Andrade, A. F. Shmidt, Adalgisa Nery e Antônio Callado.

Pittori preferiti

Piero della Francesca, Giotto, Tintoretto, Carpaccio, Masaccio, Signorelli, Delacroix, Goya, Breughel, Rouaut, Grünewald, Jacques Villon, Beato Angelico, Van Gogh, Modigliani, Picasso, Rivera e A. V. Guignard.

TV

Gli piaceva guardare il “Grande Teatro Tupi”, con Sérgio Britto, Fernanda Montenegro e Natália Thimberg. Gli piaceva anche Altamiro Carrilho.

Amici intimi

Graciliano Ramos, Lélio Landucci, Santa Rosa, O. M. Carpeaux, A. V. Guignard, Clóvis Graciano, Jorge Amado, Dante Milano, Alfredo Ceschiatti, Athos Bulcão, Aparício Torelly (o “Barão de Itararé”), Assis Chateaubriand, Manuel Bandeira, José Morais, Percy Deane, Celso Agostinelli, Enrico Bianco, Lenidas Autuori, Mário Autuori, Alcides Rocha Miranda, Aldary Toledo, Aluisio Salles, Antônio Bento, Quirino Campofiorito, Jayme de Barros, Paschoal Carlos Magno, Flávio de Aquino, Mem Xavier da Silveira, Dalcídio Jurandir, Jayme Ovalle, Antônio Callado.

Fonte: “CAMARGO, Ralph. ‘Portinari Desenhista’. Rio de Janeiro. 1977.”